Attenti al Cookie Monster!

Manuale di teoria Patenti A e B - Edizione 2017


 Condividi

DIVIETO DI SOSTA

Vieta la sosta o l’abbandono del veicolo, ma consente la fermata (sospensione momentanea della marcia del veicolo). Vale per tutti i veicoli (compresi ciclomotori, motocicli, quadricicli e autobus).
Senza pannelli integrativi il divieto di sosta, nei centri abitati, vale dalle 8 alle 20, mentre fuori dei centri abitati vale 24 ore su 24 (permanente); vieta la sosta sul lato della strada dove è posto (e non su ambedue i lati della carreggiata); cessa (finisce) di validità dopo il primo incrocio (salvo che venga ripetuto con il pannello di continuazione).

Il segnale non viene posto in quei luoghi ove per regola generale vige il divieto (curve, dossi, incroci, ecc.) e può essere corredato dai seguenti pannelli integrativi:
- ZONA RIMOZIONE COATTA (fig. 141 - Perciò è sbagliato dire che con il segnale è sempre prevista la rimozione forzata del veicolo);
- LIMITAZIONE(fig. 126);
- ECCEZIONE(fig. 127 - In tal caso consente la sosta agli autobus);
- INIZIO(fig. 128 - In tal caso è consentita la sosta nel tratto precedente);
- CONTINUAZIONE (fig. 129);
- FINE (fig. 130);
- FASCE ORARIE DEI GIORNI LAVORATIVI (fig. 125);
- FASCE ORARIE DEI GIORNI FESTIVI (fig. 124).

È sbagliato dire che il segnale può essere integrato con pannello che vieta la sosta in doppia fila (sempre vietata agli autoveicoli) o che la sosta è regolamentata mediante disco orario o parchimetro.

Esercitati con WEBpatente su questo argomento: gruppo 168, gruppo 169, gruppo 170, gruppo 171, gruppo 172, gruppo 173, gruppo 174, gruppo 175, gruppo 176