Attenti al Cookie Monster!

Manuale di teoria Patenti A e B - Edizione 2017


 Condividi

FERITA SANGUINANTE (EMORRAGIA)

Se un infortunato della strada ha una ferita sanguinante bisogna tamponarla, facendo pressione con materiale (garze, panni, ecc.) sterile o quanto più possibile pulito, per bloccare il sanguinamento; se si tratta di un’abbondante emorragia esterna, occorre chiamare subito i soccorsi.
Bisogna lavare la ferita con acqua solo se è sporca di terra (per evitare una possibile infezione); non rimuovere eventuali corpi estranei (vetro, schegge, ecc.) conficcati nella ferita, perché la loro estrazione potrebbe peggiorare l’entità dell’emorragia, prestando però attenzione a non farli affondare nella ferita durante la fasciatura; porre il ferito in posizione seduta o sdraiata, per prevenire le conseguenze di un possibile shock.

È sbagliato dire che se il ferito è incosciente bisogna dargli da bere acqua o tè, ma anche che non si può assolutamente dargli da bere (se è cosciente, essendo in grado di deglutire, gli si può dare da bere). In caso di emorragia, l’arresto del sanguinamento di solito non è spontaneo, ma occorre intervenire per bloccarlo; a tale fine non è utile versare acqua calda sulla ferita o far camminare l’infortunato.

Esercitati con WEBpatente su questo argomento: gruppo 848, gruppo 849