Attenti al Cookie Monster!

Manuale di teoria Patenti A e B - Edizione 2017


 Condividi

CAUTELE DA ADOTTARE NELL’USO DEI FRENI

Occorre tener presente che l’uso prolungato e ripetuto dei freni ne provoca il surriscaldamento e comporta la diminuzione dell’efficienza frenante; per questo, quando si è in situazioni che richiedono di frenare spesso (ad esempio: percorrendo lunghe e ripide discese) è opportuno inserire marce basse, in modo da utilizzare l’azione frenante esercitata dal motore (che è massima se si usa la prima marcia). È sbagliato, invece, dire che per evitare il surriscaldamento dei freni, bisogna procedere con il cambio in folle.

In caso di frenata di emergenza, se entra in azione l’ABS (lo si percepisce da leggeri movimenti di vibrazione sul pedale del freno), bisogna continuare a premere con forza il pedale, senza allentare la pressione.

Dopo il lavaggio del veicolo, è opportuno eseguire una prova di frenata (poiché l’acqua penetrata nei meccanismi dei freni, potrebbe inizialmente comprometterne l’efficacia).

Il freno di stazionamento con comando manuale, del quale non sono dotati tutti i veicoli (in alcuni è di tipo a pedale, mentre i motocicli ne sono completamente sprovvisti), non si utilizza durante la marcia, per frenare o arrestare il veicolo, bensì in caso di sosta, quando il conducente se ne allontana.

Esercitati con WEBpatente su questo argomento: gruppo 899, gruppo 900, gruppo 901